HyperB5Babylon 5CrusadeFilm TVLibri & FumettiMondiSpecieOrganizzazioniNaviTecnologiaPersonaggiAttori e StaffIndiceVarieSkin: Standard, by Sat'Rain
Sei in: Home Page > Babylon 5 > Episodi > Falling Toward Apotheosis
Ultime 10 pagine modificate
»  FAQ (12/06/2014)
»  Babylon 5 - Premi (12/06/2014)
»  Vorlon (12/06/2014)
»  Minbari (12/06/2014)
»  Quando vedere i Film TV? (12/06/2014)
»  Crusade - Introduzione (12/06/2014)
»  Crusade - Presentazione (12/06/2014)
»  Mike Collins (12/06/2014)
Babylon 5 - Episodi Stagione 4Falling Toward Apotheosis The SummoningThe Long Night
Su questa pagina: BabylonTramaCitazioniDomande senza rispostaNoteZocalo
Numero di produzione dell'episodio404
Numero sequenziale dell'episodio70
Data di prima trasmissione negli Stati Uniti25/11/1996
Data di prima trasmissione in Italia (TV terrestre free)23/02/2002
Data di prima trasmissione in Italia (TV satellitare a pagamento)16/06/2008
Titolo tedescoDas Monster auf dem Thron
Titolo spagnoloCayendo hacia la apoteosis
Titolo franceseChute libre vers l'apothéose
Titolo italiano (RAI/DVD)A precipizio verso l'apocalisse
Titolo italiano (Canal Jimmy)A precipizio verso l'apocalisse
Autore della storiaJ. Michael Straczynski
RegistaDavid J. Eagle
GuestLorienWayne Alexander
Imperatore CartagiaWortham Krimmer
MordenEd Wasser
GuardiaTom Billet
Giovane donnaTerry Cain
Kosh (voce)Ardwight Chamberlain
LavoratoreKhin-Kyaw Maung
I Vorlon attaccano altri pianeti visitati dalle Ombre o alleati con esse. Londo continua a tramare contro Cartagia. Sheridan decide di liberarsi di Kosh Ulkesh. Delenn riceve una notizia riguardo a Sheridan.
  • Garibaldi ha dei sospetti su Lorien e crede che Sheridan lo stia evitando.
  • I Vorlon continuano a distruggere i pianeti che hanno avuto contatti con le Ombre. Londo, sapendo che su Centauri Prime ci sono delle navi delle Ombre, supplica Cartagia di chiedere loro di andarsene, ma l'imperatore rifiuta di farlo. Ha infatti intenzione di permettere ai Vorlon di distruggere Centauri Prime in segno di celebrazione della sua ascesa a divinità.
  • Garibaldi torna in servizio come capo della Sicurezza. Il suo primo incarico è di costringere Kosh Ulkesh ad abbandonare la stazione, ma il Vorlon respinge il tentativo. Sheridan stesso affronta quindi il Vorlon, riuscendo, grazie al sacrificio della parte di Kosh Naranek che albergava in lui e all'aiuto di Lorien, ad eliminare l'ambasciatore vorlon e la sua nave.
  • Londo convince Cartagia che il posto giusto per giustiziare G'Kar sia Narn, poiché in tal modo, dopo che Centauri Prime sarà distrutto dai Vorlon, qualcuno potrà ricordare la grandezza dell'imperatore.
  • Lorien rivela a Delenn che ha sì riportato Sheridan in vita, ma che le sue capacità gli hanno permesso di estendere la vita del capitano solo per un periodo limitato di tempo, vent'anni.
  • Sheridan consegna a Delenn un anello di fidanzamento.
  • Come mai Lorien segue Sheridan in ogni suo spostamento?
  • Cosa ha in mente Sheridan per fermare i Vorlon?
  • Qual è il piano di Londo per uccidere Cartagia? Verosimilmente, l'ambasciatore centauri ha in mente di metterlo in atto su Narn, dove probabilmente l'imperatore non godrebbe della protezione di cui dispone su Centauri Prime, ma perché Londo desidera l'aiuto di G'Kar?
  • Quando parla con Kosh Ulkesh, Lyta fa riferimento alla causa dei Vorlon. Qual è questa causa, esattamente?
  • Le paure di Garibaldi riguardo a Lorien si riveleranno giustificate?
  • I Vorlon attaccheranno Centauri Prime o, come afferma Morden, eviteranno di colpire un pianeta tanto importante?
  • Cartagia ordina alle sue guardie di togliere l'occhio sinistro a G'Kar. In tal modo, l'aspetto del Narn è compatibile con quanto visto nel sogno di Londo (The Coming of Shadows) e nella visione del futuro di Sheridan (War Without End - Part 2), anche se ci sono altri particolari che si conosceranno solo in episodi seguenti. Inoltre, secondo lo stesso J. Michael Straczynski, G'Kar si ostinava a non vedere lo splendore di Cartagia e Londo, non tentando nemmeno di fermare l'imperatore dal fare strappare via l'occhio a G'Kar, ha perso l'opportunità di salvare "l'occhio che non vede" della profezia di Lady Morella (Point of No Return). In realtà, nel terzo libro della trilogia di Centauri Prime, Legions of Fire #3: Out of the Darkness, viene esposta una seconda lettura della profezia. In ogni caso non c'è niente di male: una profezia non necessariamente ha uno e un solo significato.
  • Sheridan autorizza il trasferimento dei profughi in arrivo sulla stazione in seguito agli attacchi dei Vorlon su Epsilon 3. Stranamente, pare non chiedere nemmeno un parere a Draal, probabilmente poiché è ragionevolmente certo che non si opporrà.
  • L'assunzione di Franklin, secondo cui Draal darebbe il benvenuto a tutti i "visitatori" su Epsilon 3, sembra un po' strana, considerato il fatto che non si è dimostrato molto ospitale in precedenza, addirittura rischiando un'arrabbiatura quando Ivanova si presentò sul pianeta al posto di Sheridan (Voices of Authority).
  • La ormai ridotta speranza di vita di Sheridan potrebbe essere il terribile prezzo che Delenn menziona nella visione del futuro di War Without End - Part 2. In quel momento, diciassette anni dopo questo episodio, a Sheridan rimarrebbero infatti solo pochi anni di vita residui.
  • Le parole di Cartagia riguardo alla fine di Centauri Prime ("Let it all end in fire") ricordano la domanda di Turhan ("How will this end?") e la risposta di Kosh Naranek ("In fire") in The Coming of Shadows.
  • Per spiegare la sua sparizione, Garibaldi ipotizza con Franklin di essere stato risucchiato nella scia di una nave delle Ombre quando questa ha abbandonato la zona di spazio nei pressi di Babylon 5 entrando nell'iperspazio.
  • In questo episodio si vede per la prima volta il vero aspetto dei Vorlon che, così come quello delle Ombre, ricorda vagamente quello delle rispettive astronavi.
  • È la seconda volta che Kosh Naranek interviene in una situazione in cui Sheridan è in pericolo di vita. Era infatti già accaduto in The Fall of Night.
  • Ivanova legge le notizie, tenendo aggiornati gli abitanti della stazione, ma è presa dalla paura, come tutti.
  • La lista dei mondi che accettano i rifugiati di Ventari 3 mostrata durante la trasmissione informativa di Ivanova include: Tizino Prime (poi distrutto nel corso dell'episodio), la Stazione Mokafa, la Colonia di Ricerca drazi di Fendamir, Kazomi 3, D'Grn 4, L'Gn'Daort, la Colonia di Nacambad, 7 Lukantha, Oqmritkz, Velatastat, Little Krindar e Great Krindar.
  • Veniamo a sapere che Garibaldi non è stato utilizzato come unità centrale in una nave delle Ombre, ma ricorda comunque, seppure vagamente, di essere stato legato.
  • Sheridan rassicura Delenn sul fatto di averla perdonata, ma la maniera in cui la tiene a sé e l'espressione sul suo viso fanno capire che sta tenendo per sé qualcosa che vorrebbe dirle.
  • Morden sta pian piano rimettendosi in sesto.
  • Morden crede che i Vorlon non attaccheranno Centauri Prime, ma come fa a esserne così sicuro? Finora i Vorlon non paiono essersi fatti problemi di fronte ad altri pianeti, e un pianeta in più o in meno non dovrebbe fare molta differenza. Inoltre, su Centauri Prime è stazionata un'intera flotta delle Ombre, così come Morden stesso: tutte ottime ragioni per attaccare. La sua spiegazione circa il fatto che i Vorlon non attaccheranno mai un pianeta "influente" come Centauri Prime sembra essere decisamente ottimistica. Un'altra spiegazione è che si tratti semplicemente di una precisa tattica per tenere calmi i Centauri.
  • Kosh Ulkesh trova "intollerabile" l'idea che un umano stia "imprigionando" un Vorlon. Molto strano, considerato che quasi sicuramente un Vorlon ha tutti i poteri per "uscire" da un umano, e che non è affatto detto che si sia trovato dentro di lui contro la sua volontà. La differenza tra i due Kosh si fa veramente tangibile. È anche interessante notare che i Vorlon, paladini dell'ordine, dimostrano un certo dissenso interno.
  • Tra le teste del "governo ombra" che Cartagia mostra a Londo, l'ultima sulla destra è quella di Andreas Katsulas.
  • A differenza di quanto accaduto in The Fall of Night, una volta fuori dalla tuta relazionale Kosh Ulkesh non si preoccupa di proiettare un'immagine di sé diversa da quella reale, probabilmente perché distratto dalla battaglia o per tenere intatte tutte le sue energie (Kosh Naranek, infatti, in Matters of Honor ha rivelato quanto la proiezione telepatica sia stancante per un Vorlon).
  • I due Kosh, mentre combattono, lasciano la stazione dirigendosi verso il soffitto dell'area in cui si trovano. Se il loro scopo era quello di abbandonare l'installazione, hanno scelto la via più lunga, in quanto hanno dovuto attraversare tutta la stazione passando per la parte centrale. Sarebbe invece bastato attraversare il pavimento e lo scafo esterno per trovarsi subito nello spazio.
  • La parola inglese "Apotheosis" (così come il suo corrispondente nella nostra lingua, "apoteosi") significa anche "deificazione", quindi il titolo dell'episodio è anche una decisa allusione alla situazione in essere su Centauri Prime.
  • È stato difficile ottenere l'effetto desiderato circa l'esplosione della tuta relazionale di Kosh Ulkesh e per via delle limitazioni al budget, non si sarebbe potuto provare e riprovare all'infinito. Lo staff degli effetti speciali ha quindi dovuto accontentarsi, dopo un po', di quel che avevano raggiunto. Tra l'altro, uno dei tre tentativi di esplosione è scattato troppo presto, ma non ci sono stati feriti. In ogni caso, la tuta di Ulkesh non è sopravvissuta, ed è stata buttata via. Jeffrey Willerth (la persona sotto la tuta relazionale dei due Kosh) comunque dice di aver conservato la vecchia "testa" di Kosh Naranek.
  • J. Michael Straczynski spesso predilige le riprese nelle quali gli attori non recitano alla perfezione le battute, ma si impappinano un pochino, per avere un maggiore feeling di realtà. Un buon esempio si ha in questo episodio, nella scena in cui Garibaldi e Ivanova parlano nell'Observation Dome: Jerry Doyle non recita proprio in quel che si dice una maniera irreprensibile.
  • È stata Patricia Tallman in persona ad interpretare le scene "pericolose" del suo personaggio in questo episodio. Patricia Tallman è infatti anche una cascatrice professionista: è stata, tra le altre cose, la controfigura di Laura Dern in Jurassic Park e di Gates McFadden in Star Trek: Generations (Generazioni). Ciò nonostante, non le è stato corrisposto alcun extra, ingiustamente ma comprensibilmente per via del già citato budget ristretto della serie. Da quel momento, quindi, si è rifiutata di eseguire di persona altre scene "pericolose" e, di conseguenza, è stata assunta una controfigura per l'attrice.
Tempo: 01:02
Ivanova: Please remain calm. Right now, our greatest enemy is fear.
Tempo: 02:14
Lorien: You heard?
Sheridan: I heard.
Lorien: They need to believe.
Sheridan: Not in me.
Lorien: You can't save them all.
Sheridan: I'll try.
Lorien: You'll fail.
Sheridan: We'll see.
Tempo: 10:02
Cartagia (a Londo): I call them my shadow cabinet. I think you can appreciate the irony. They certainly can't.
Tempo: 10:22
Cartagia (a Londo): Minister Dugarri. You remember him, don't you? Always coughing, most distressing, but we finally cured it.
Tempo: 11:29
Cartagia (a Londo): Don't send the ships. Let it burn, Mollari. Let it all end in fire.
Tempo: 11:54
Franklin (a Garibaldi): Cough. Take a deep breath, and... exhale. Quack like a duck. Sorry, little med-school humor.
Tempo: 18:41
Garibaldi: What do you want me to do?
Sheridan: I want the Vorlon gone.
Garibaldi: Fine. I'll just go up to him and ask him to leave, that'll work.
Tempo: 19:36
Ivanova: Is it my imagination, or is Mr. Garibaldi crankier than usual?
Tempo: 24:36
Lyta: I heard what happened. I came to warn you. Sheridan and the others are going to move against you.
Kosh Ulkesh: It is done. They are irrelevant.
Lyta: I know, I know they can't harm you, but I was thinking it can't hurt to have all the information you can about what's going on. To protect yourself and the cause.
Kosh Ulkesh: How?
Lyta: I told you I wasn't here when Ambassador Kosh died. I didn't have any of his essence with me, I thought he was gone. But for a while I suspected that someone else here had a piece of him. I think I know who it is, but I can't draw Kosh out of him, he won't let me.
Kosh Ulkesh: A Human?
Lyta: Yes.
Kosh Ulkesh: Imprisons one of us?
Lyta: Yes.
Kosh Ulkesh: Intolerable.
Lyta: If there is still a piece of him there, you can draw it out of him. Use what it knows and take it back to Vorlon when this is all over. I cared about Kosh. I'd like to know he finally made it home.
Kosh Ulkesh: Show me.
Lyta: But the guards...
Kosh Ulkesh: They will not bother us again. Show me.
Tempo: 26:29
Kosh Ulkesh: Your thoughts are troubled.
Lyta: I'm worried about Kosh, that's all. After everything we've been through, I'd hate to lose the last of him now, and...
Kosh Ulkesh: What are you hiding?
Lyta: Nothing.
Kosh Ulkesh: Open your thoughts to me.
Lyta: We don't have time for this.
Kosh Ulkesh: Open!
Tempo: 29:37
Delenn: It's Kosh. Kosh was inside him?
Lorien: Yes. The last of Kosh, and some of him, and some of me.
Tempo: 36:06
Lorien (a Delenn, su Sheridan): He was gravely wounded at Z'ha'dum. He was dying. He was dead. I did all I could to help him, but I can not create life, only the universe can do that. I can extend, enhance, there is no magic, nothing spiritual about it, only the application of energies, healing and rebuilding cells.
Tempo: 38:46
Sheridan (a Delenn): I wanted you to have this. I got it down at the Zocalo. It's not what I had exactly in mind, but... it's temporary, until I can get you a real engagement ring.
Tempo: 40:19
Cartagia (su G'Kar): I was just thinking. I don't like the way he's looking at me. I'm trying to decide what to do about it. Would you care to make a suggestion?
Londo: Oh, no. I'm sure whatever your Majesty decides will be appropriate. I shall go and pack.
Tempo: 40:43
Cartagia (su G'Kar): No, I don't care at all for the way he looks. Pluck out his eye.
Guardia: Which one?
Cartagia: I don't know. Doesn't matter. [...] That one.
Ultima variazione della pagina: giovedý 06 agosto 2009, 20:10:12
Legenda delle abbreviazioni delle tabelle.
Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS! Powered by xajax
Tutti i testi sono disponibili nel rispetto dei termini della GNU Free Documentation License.